Come prepararsi per un’audizione

Tutto sul Canto

Come prepararsi per un’audizione

Gennaio 5, 2019 Audizioni 0

 

Contrariamente a ciò che si pensa, per fare una buona audizione serve molto più di una voce capace. Un’audizione, richiede una certa dose di impegno e preparazione. Ciò che vi viene richiesto è di presentarvi con uno o più brani a scelta. Di solito almeno uno in italiano e uno in inglese. Molto dipende dal tipo di casting. Se vi presentate per un’audizione per un musical è probabile che vi chiedano non solo di eseguire un brano ma anche di portare un monologo recitato e di esibirvi in una piccola coreografia. Se fate un casting per la Tv come X Factor o The Voice, normalmente vi fanno cantare due frammenti non una canzone intera ma due frammenti uno di un brano in italiano e uno di un brano in inglese.

Se fate un‘audizione per lavorare sulle navi da crociera o in un villaggio turistico, vi verrà richiesto di mandare del materiale online e se l’audizione online avrà avuto successo vi convocheranno per esibirvi dal vivo in diversi generi musicali, in quanto sia sulle navi che presso le strutture di vacanze è indispensabile essere versatili e saper eseguire diversi generi musicali. Sulle navi da Crociera estere vi chiederanno anche di saper leggere la musica. Questo vale anche qualora facciate un provino come corista per la televisione o per un artista importante.

Viviamo in un’epoca in cui si esaltano i cantanti “naturali”. Amiamo l’idea che qualcuno inizi a cantare per la prima volta e sia semplicemente geniale, complici i Talent Show che creano l’illusione del ragazzo o della ragazza della porta accanto che può d’improvviso diventare famoso, avere successo, poco importa se sia meritato o meno, è la favola che ci vendono, la magia. Purtroppo nella realtà, ciò accade solo raramente.

Gli artisti di successo danno l’impressione di essere spontanei, liberi e che la loro musicalità sia appena emersa. Ma ciò che l’aspirante cantante non vede è il tempo in cui gli artisti di successo si sono dedicati alla pratica e alla preparazione per arrivare fino a lì.


Per affrontare un’audizione occorre fare tre cose:  PENSARE a cosa e come desideriamo esibirci, CREDERE in noi stessi e nelle nostre scelte artistiche, e infine PREPARARSI:

 

PENSARE

Il mio consiglio ai cantanti di pensare a quale tipo di artista desiderano essere e quindi quale tipo di canzoni si adattino alle loro voci e queste potrebbero non essere ciò che amano ascoltare.

Aspetti musicali e tecnici dovrebbero essere considerati come la struttura della canzone, il viaggio dinamico, la gamma di colori che stanno mostrando e come stanno accedendo ad essa.

L’analisi dei testi e il modo di connettersi con essi è di enorme importanza e come trasmettere l’emozione e la sensazione della canzone.
Lasciare questi dettagli al caso solo per “vedere cosa succede nel momento” è un grosso rischio.

 

CREDERCI

Una volta considerati i punti sopra esposti, esorto i partecipanti a credere nelle loro scelte artistiche; nessun altro crederà in loro se non lo faranno per primi. Dovrebbero credere nel genere  che hanno scelto, mainstream o indie che sia, e capirlo.

È un piacere guardare artisti che credono in se stessi e si impegnano ad eseguire una versione che sia autentica per loro e originale.

Se un cantante ha una forte convinzione chi lo ascolta sarà a proprio agio e verrà convinto dalla performance perché prima di ogni cosa una performance per essere efficace deve essere credibile!

 

PREPARARSI

Mai sottovalutare i benefici della preparazione; può sembrare ovvio, ma vale la pena inserire la pratica. Spesso affermazioni come “la musica è il mio sogno” o “Io vivo per la musica” sono dichiarate prima di scoprire che la base musicale è nella tonalità sbagliata e chiaramente non è stata ascoltata, per non parlare dell’esecuzione!

Questo tipo di cantanti di solito non si sono preparati abbastanza non hanno una canzone di riserva, e altre opzioni per fare una buona audizione e supportare la loro dichiarazione precedente.

E’ importante ampliare il proprio repertorio. Le persone sono in grado di far fronte a tutto ciò che viene loro richiesto se sono pronte, se praticano, se sono preparate. Più si è preparati e più la performance sembrerà naturale, perché sarà come una seconda natura, interiorizzata e non improvvisata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *